Domande frequenti

Adesione

  • Chi può aderire a Eurofer?

    Il fondo pensione Eurofer è dedicato ai dipendenti ai quali si applica il CCNL delle Attività Ferroviarie , di ANAS e Nuovo Trasporto Viaggiatori. 

    L’adesione al fondo è libera e volontaria.

  • Quali sono i vantaggi dell'adesione a Eurofer?

    Aderire al fondo pensione Eurofer comporta una serie di notevoli vantaggi per tutti i lavoratori.
    Innanzi tutto, al momento del pensionamento l'aderente potrà disporre di un reddito aggiuntivo a quello della pensione pubblica che, per effetto delle riforme adottate, è destinata a diminiure progressivamente il livello di tutela attualmente assicurato. Gli aderenti possono inoltre usufruire di agevolazioni fiscali (deducibilità della contribuzione e regime fiscale più favorevole rispetto a quello ordinario per rendimenti e prestazioni) e incentivi contributivi da parte del datore di lavoro (contributo datoriale, altrimenti non dovuto).

  • È possibile continuare a contribuire anche dopo il raggiungimento dell'età pensionabile?

    Si. La contribuzione può proseguire volontariamente anche dopo il raggiungimento dell'età pensionabile prevista dal regime obbligatorio di appartenenza a condizione che al momento del pensionamento il soggetto abbia effettuato versamenti ad una forma pensionistica complementare da almeno un anno. In questo caso il soggetto può liberamente scegliere il momento in cui fruire delle prestazioni pensionistiche.

  • Dove posso trovare la documentazione per iscrivermi?

    La documentazione (modulistica, Parte I - Informazioni chiave per l’aderente e Appendice - Informativa sulla sostenibilità) oltre che consultabile e scaricabile direttamente da questo sito internet si può richiedere presso il proprio datore di lavoro, le organizzazioni sindacali che hanno sottoscritto l'accordo istitutivo del fondo e presso la sede del fondo stesso.

  • Come si aderisce a Eurofer?

    L’adesione avviene compilando il modulo d’adesione che è disponibile presso la propria azienda e il sito internet. L’adesione va preceduta dalla visione della Parte I- Le Informazioni chiave per l’aderente  e dell' Appendice - Informativa sulla sostenibilità.

    Una volta compilato il modulo va riconsegnato alla propria azienda che provvederà ad inoltrarlo al Fondo.

  • Quando si può aderire a Eurofer?

    Il lavoratore può aderire al fondo in qualsiasi momento.

  • L’aderente a Eurofer può uscire dal fondo prima del pensionamento?

    Nei casi di cessazione del rapporto di lavoro e nelle altre ipotesi di perdita dei requisiti di partecipazione al fondo l’aderente è legittimato al riscatto della posizione individuale. Esistono ulteriori ipotesi di riscatto (per premorienza, per pensionamento), casi di accesso anticipato al proprio risparmio previdenziale (anticipazione).

  • Cosa si intende per prima occupazione successiva al 28 aprile 1993?

    I lavoratori di prima occupazione successiva al 28 aprile 1993, sono coloro che anteriormente a questa data non hanno prestato attività lavorativa. Qualora decidano di aderire al fondo, questi lavoratori devono versare l’intero TFR che matura dalla data di adesione a Eurofer. Il TFR già accantonato alla data di adesione resta presso l’azienda e si rivaluta sulla base delle norme di legge.

     

  • Che cos'è la “quota associativa”?

    Si tratta di una parte della contribuzione destinata alla copertura dei costi del Fondo. Il suo ammontare è stabilito sulla base di un preventivo di spesa annuale. Nel caso in cui le spese sostenute dal fondo siano inferiori a quelle preventivate, le somme rimanenti vengono ripartite tra tutti gli aderenti.

  • Che cos'è la “quota di adesione”?

    È una quota che si versa solo all'atto dell'adesione, contestualmente al primo versamento dei contributi. Detta quota è destinata alla copertura dei costi amministrativi del Fondo e finanzia le spese relative all'apertura della singola posizione presso il Fondo. Ammonta a 2,58 € a carico del lavoratore e 2,58 € a carico del datore di lavoro.

  • Sono un ferroviere iscritto con la clausola della retroattività, qual è la mia anzianità di iscrizione?

    La data di iscrizione al Fondo non può essere precedente alla data di autorizzazione all’esercizio da parte dell'autorità preposta. Essendo tale data il 12 marzo 2002 nessuno, giuridicamente, può vantare un iscrizione antecedente. Diversa è la data economica della decorrenza che, coerentemente con gli accordi tra parti datoriali e O.S., può farsi retrodatare al marzo del 1999 per effetto della cosiddetta retroattività che è stata regolarmente attribuita con versamenti della società del gruppo FS avvenuti, generalmente, nel mese di dicembre 2002 e di settembre 2003 e con 36 versamenti a carico del lavoratore avvenuti tra il mese di gennaio 2004 e dicembre 2006.