Domande frequenti

Fisco

  • Come funziona la deducibilità fiscale?

    Le contribuzioni versate ai Fondi Pensione, ex D.Lgs. 252/05, sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi.
    La deducibilità di riferimento la si incontra sul Cud, attivata direttamente dalla sua società di appartenenza sul suo imponibile per l'anno di riferimento e va riportata nella sez. "E" del modello 730 utilizzato per la dichiarazione dei redditi.
    Per quanto riguarda la contribuzione volontaria effettuata attraverso bonifico bancario essa va indicata sempre nella sez. "E" del mod. 730, la ricevuta del bonifico va conservata per gli eventuali controlli ed esibita all'atto della redazione della certificazione.

  • Come è trattato fiscalmente il riscatto?

    Dal 1° gennaio 2007 il riscatto  sconta un’aliquota del 15% (per la quota di montante riscattata non ancora tassata) che scende dello 0,30% dal quindicesimo anno di permanenza in una forma di previdenza complementare fino a un minimo del 9% per le seguenti causali:
    •    morte dell’aderente,
    •    stato di invalidità permanente con riduzione della capacità lavorativa a meno di un terzo
    •    cessazione dell’attività lavorativa con conseguente inoccupazione superiore a 12 mesi
    •    procedure di mobilità,
    •    cassa integrazione guadagni,
    In caso di riscatto immediato per perdita dei requisiti di partecipazione (o di altre cause non rientranti nelle casistiche sopra elencate) la tassazione è del 23%.

  • Come è trattata fiscalmente l'anticipazione?

    Dal 1° gennaio 2007 l’anticipazione (per la quota di montante anticipata non ancora tassata) per spese sanitarie sconta un’aliquota del 15% che si riduce dello 0.3% per ogni anno di permanenza oltre il quindicesimo, fino ad un minimo del 9%.
    Le altre tipologie di anticipazione (ristrutturazione della prima casa, acquisto della prima casa per se o per i figli e altre esigenze dell’aderente) sono invece assoggettate ad un’aliquota del 23%.

  • Qual è il trattamento fiscale del trasferimento?

    L’operazione di trasferimento non è assoggettata ad imposta.

  • Come è trattata fiscalmente la prestazione (rendita e capitale)?

    Dal 1° gennaio 2007 la prestazione previdenziale (per la parte non ancora tassata – contributi dedotti e TFR) sconta un’aliquota del 15%; se la permanenza nel fondo si prolunga per oltre 15 anni si attiva un meccanismo di riduzione progressiva dell’aliquota che si decrementa dello 0,3% per ogni anno di permanenza oltre il quindicesimo fino ad un minimo del 9% con 36 anni di permanenza nel fondo.

  • La rivalutazione della rendita è tassata?

    Sì, in caso di rendita rivalutabile il rendimento finanziario verrà tassato con una aliquota del 26%.

  • Come è il trattamento fiscale dei rendimenti ottenuti in fase di accumulo dal fondo pensione?

    Il regime fiscale prevede un'aliquota sostitutiva pari al 20%. Tuttavia è bene ricordare che per quel che riguarda i Titoli di Stato italiani ed equiparati (paesi OCSE) è prevista un'aliquota pari al 12,50%.