Home > PROIEZIONI PENSIONISTICHE - METODOLOGIA E IPOTESI UTILIZZATE

PROIEZIONI PENSIONISTICHE - METODOLOGIA E IPOTESI UTILIZZATE

Le proiezioni pensionistiche hanno lo scopo di consentire una valutazione sintetica e prospettica del programma previdenziale. Al contempo costituiscono uno strumento utile per accompagnare nelle scelte relative alla partecipazione, come ad esempio il livello di contribuzione.

Avvertenza: gli importi riportati nelle proiezioni sono fondati su ipotesi di calcolo che potrebbero non trovare conferma nel corso del rapporto e pertanto la posizione individuale tempo per tempo effettivamente maturata e la prestazione pensionistica corrispondente potrebbero risultare differenti da quelle indicate. Le indicazioni fornite non impegnano pertanto in alcun modo né il Fondo Eurofer, né la COVIP che ha fornito le regole da seguire nello sviluppo delle proiezioni.

Ipotesi alla base delle proiezioni

Gli importi risultanti sono proiezioni fondate su ipotesi di calcolo definite dalla COVIP e potrebbero risultare differenti da quelli effettivamente maturati al momento del pensionamento.

Inoltre, la posizione individuale è soggetta a variazioni in conseguenza della variabilità dei rendimenti effettivamente conseguiti dalla gestione e le prestazioni pensionistiche sono soggette a tassazione. Se non è indicato diversamente, le prestazioni del fondo pensione sono da intendersi al lordo della tassazione.

Per la costruzione delle proiezioni pensionistiche si considerano le seguenti informazioni. Di seguito si farà riferimento a proiezioni standardizzate o personalizzate. Le proiezioni standardizzate sono quelle riportate nella Nota Informativa, sezione “Quanto potresti ricevere quando andrai in pensione” e fanno riferimento a soggetti tipo. Le proiezioni personalizzate fanno invece riferimento a uno specifico soggetto e sono quelle prodotte da motori di calcolo o riportate nel documento “Prospetto delle prestazioni pensionistiche - fase di accumulo” o simili. In assenza di specifiche, le ipotesi sono valide per entrambe le tipologie di proiezioni.

Dati anagrafici dell’aderente (età e sesso)

Se le proiezioni sono standardizzate si considerano individui tipo dell’età e con il sesso indicati nella tabella.

Se le proiezioni sono personalizzate età e sesso sono quelle specifiche del soggetto o quelle inserite dallo stesso al momento dell’impostazione del motore di calcolo.

Misura della contribuzione

Se le proiezioni sono standardizzate si considerano livelli di contribuzione tipo indicati nella tabella.

Se le proiezioni sono personalizzate la misura della contribuzione futura può essere quella stabile del soggetto ricavata dai dati sulla sua posizione nel caso in cui il motore sia raggiunto tramite l’area riservata, o quella inserita dal soggetto in fase di impostazione del motore.

Tasso atteso di crescita della contribuzione/retribuzione

Di base il tasso di crescita al netto dell’inflazione è impostato all’1%, ma nelle proiezioni personalizzate il soggetto può indicare un valore diverso (massimo il 3%).

Tasso annuo atteso di inflazione

Il valore è pari al 2%.

Costi connessi alla partecipazione nella fase di accumulo

I costi sono sempre quelli specifici di Eurofer, il cui dettaglio è riportato nella Scheda “I costi” del Fondo.

Profilo di investimento

Nelle proiezioni standardizzate si considerano tutti i profili di investimento offerti dal fondo, riportati nella tabella.

Nelle proiezioni personalizzate si considera solo il profilo di investimento a cui il soggetto è iscritto (dato in possesso del fondo se le proiezioni sono dallo stesso prodotte o se il soggetto accede al motore dall’area riservata) o quello indicato dallo stesso soggetto in fase di impostazione del motore di calcolo. I motori online consentono di modificare per il futuro l’eventuale profilo di investimento del soggetto.

Tasso atteso di rendimento della gestione al netto dell’inflazione

Il rendimento atteso dell’investimento al netto dell’inflazione dipende dalla composizione di azioni e obbligazioni del profilo di investimento e viene determinato secondo indicazioni stabilite dalla COVIP.

Nello specifico i rendimenti sono i seguenti:

BILANCIATO DINAMICO GARANTITO
2,7% 3,20% 2,00%

Età prevista al pensionamento

Si tratta della presumibile età di pensionamento di vecchiaia. In assenza di indicazioni specifiche inserite dal soggetto o se non diversamente calcolata dal motore di calcolo, è pari a 67 anni.

Basi tecniche e costo per il calcolo della rendita

Nelle proiezioni personalizzate le basi tecniche ed il costo per il calcolo della rendita adottati sono i seguenti:

  1. sino al16/03/2029, data di scadenza della convenzione in essere:
  • tavola di mortalità RG48 per impegni immediati differenziata per sesso con applicazione dell’age shifting (-1 per tutte le età);
  • tasso tecnico: 2,50%;
  1. costo relativo alla trasformazione della posizione individuale in rendita: 0,40% su ogni premio unico.
    dopo il 16/03/2029[1]:
  • tavola di mortalità A62;
  • tasso tecnico: 0%;
  • costo relativo alla trasformazione della posizione individuale in rendita: 1,25% su ogni premio unico.

Nelle proiezioni standardizzate le basi tecniche ed il costo per il calcolo della rendita adottati sono quelli definiti dalla Covip:

  • tavola di mortalità A62;
  • tasso tecnico: 0%;
  • costo relativo alla trasformazione della posizione individuale in rendita: 1,25% su ogni premio unico.

Infine, si ricorda che sul sito dell’INPS è disponibile il servizio “La mia pensione”, che permette di simulare quella che sarà presumibilmente la prestazione di base che un lavoratore iscritto al Fondo pensione lavoratori dipendenti o ad altri fondi o gestioni amministrati dall’INPS riceverà al termine dell’attività lavorativa.

 

[1] Ipotesi definite dalla Covip.